Cosa Prevede Il Reato di Omicidio Stradale

Negli ultimi tempi si è molto discusso di un disegno di legge molto importante, che potrebbe senza dubbio contribuire a salvare molte vite umane: istituire il reato di omicidio stradale.

A quanto pare, la sua approvazione sembrerebbe essere alla stretta finale, con l’approvazione da parte della commissione giustizia del Senato del disegno di legge tramite cui viene introdotto il delitto di omicidio stradale e nautico mediante l’applicazione dell’articolo 589 bis del codice penale.

Sulla legge, che aspetta ormai l’ultima approvazione alla Camera dei Deputati, si è espresso negli ultimi giorni il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri dicendo che “presto avremo l’omicidio colposo stradale.

E’ un segnale forte di fronte a un fenomeno drammatico e che tra l’altro oggi porta tante vittime innocenti per comportamenti degli automobilisti che si mettono alla guida senza pensare a quale può essere l’effetto di una violazione del codice della strada. Quello che leggiamo purtroppo sui giornali, e anche negli ultimi giorni, cioè i fatti di cronaca, ci lasciano davvero senza parole e devono indurci a fare presto”.

D’altra parte la situazione italiana era diventata insostenibile. Confrontando i dati Aci e Istat sugli incidenti mortali avvenuti in Italia, si scopre che il nostro Paese, negli ultimi dieci anni, si è piazzato sempre nelle prime due posizioni della classifica europea delle nazioni che registrano il numero più alto di morti su strada: dal 2001 al 2012, il numero delle morti registrate ogni anno sulle strade italiane è passato da 7.096 a 3.653.

Se il dato è in diminuzione come valori assoluti, resta comunque più alto rispetto agli obiettivi prefissati dell’Ue, che ha fissato l’obiettivo di ridurre del 50%, nel decennio, il numero di morti sulle strade europee.

Diciamo che il nostro paese è riuscita ad arginare il problema solo in parte, visto che nel 2012 gli incidenti su strade italiane sono calati del 9,2% e i morti del 5,4%: tra il 2001 e il 2012 la riduzione dei morti per incidenti stradali è stata del 48,5%.

Dati incoraggianti, ma che ancora non bastano per soddisfare le aspettative della Commissione Europea.

Cosa Si Rischia

Il reato di omicidio stradale prevede una pena variabile dal minimo di 8 anni al massimo di 12 se si procura la morte di qualcuno guidando l’auto (o un natante) in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe.

Una modifica non da poco rispetto alla normativa precedente, che prevedeva pene dai 3 a 10 anni. Con la nuova legge, inoltre, se si procura la morte di più persone, la pena tocca i 18 anni di reclusione! Se il conducente oltre a causare la morte di qualcuno fugge senza prestare soccorso, la pena viene aumentata fino a 1/3.

Prevista anche una pena accessoria: la revoca della patente, modulata nei tempi a seconda delle fattispecie.

Con la nuova legge l’omicidio stradale è punito anche se il guidatore causa l’incidente senza essere sotto l’effetto di alcol o stupefacenti: in questo caso la pena varia dai 7 ai 10 anni se il guidatore, per colpa, provoca la morte di qualcuno circolando in centro urbano a una velocità che sia pari o doppia a quella consentita (non inferiore, comunque, a 70 km/h) oppure a velocità superiore di 50 km/h rispetto alla massima consentita su strade extraurbane o ancora se causa l’incidente mortale dopo essere passato col rosso oppure circolando contromano.

Nel caso di lesioni, la pena aumenta da 2 a 4 anni se le lesioni vengono causate dal guidatore che circola sotto l’effetto di alcol o stupefacenti, mentre varia da 9 mesi a 2 anni se circola guidando soltanto in stato di ebbrezza.

Nel caso invece di lesioni gravi, questa pena viene aumentata da 1/3 alla metà oppure dalla metà fino a 2/3 in caso di lesione gravissima: se l’incidente causa lesioni a più persone si applica la pena più alta che viene aumentata fino al triplo (e ulteriormente aumentata se il guidatore colpevole fugge dal luogo dell’incidente).

In tutto questo, ci auguriamo che una volta approvata la legge venga applicata e che la pena sia certa! Un rammarico, è che dal testo presentato in Senato sia stata cancellata la norma che prevedeva l’ergastolo della patente, che poteva quantomeno essere tradotto in una “non anti-costituzionale” sospensione di almeno 30 anni. Quanto ad una calendarizzazione in aula manca ancora una data definitiva, ma vi terremo informati.

- promotion - Fai un preventivo con GENERTEL
- promotion - Fai un preventivo con GENNIALLOYD

Be the first to comment on "Cosa Prevede Il Reato di Omicidio Stradale"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.